Come Nascondere Gli Odori Della Marijuana? Ecco 10 Trucchi

Come Nascondere Gli Odori Della Marijuana? Ecco 10 Trucchi

1. CONSUMARE MARIJUANA ALL’ARIA APERTA
Per quanto ovvio possa sembrare, è un consiglio che merita di essere inserito in questa lista. Consumare Cannabis all’aperto è forse il modo migliore per evitare che i vicini di casa avvertano subito gli odori di marijuana. Ovviamente, evitate di fumare davanti al vicino mentre stende sul suo balcone, ma se avete un piccolo spazio all’aria aperta, come un terrazzo o un cortile, senza nasi indiscreti nelle vicinanze, potete approfittarne per assaporare tranquillamente la vostra marijuana.
Oppure, se avete la fortuna di vivere in un Paese dove la Cannabis è stata decriminalizzata o è legale, perché non fare una breve passeggiata? In questo modo eviterete che il fumo o gli odori si accumulino nella vostra casa, ed è sempre un’ottima scusa per prendere una boccata d’aria e per fare un minimo di esercizio fisico. Inoltre, girando per le strade del vostro quartiere potreste ritrovarvi faccia a faccia con qualche interessante Pokemon da catturare.
2. VENTILARE
L’odore della marijuana, che sia fumata, cucinata o coltivata, si avverte sempre con maggiore intensità quando l’ambiente è saturo d’aria stantia. Per ridurre al minimo gli odori del fumo o delle piante di Cannabis, areate casa con frequenza.
Molti coltivatori preferiscono acquistare particolari attrezzature per filtrare l’aria. In alternativa, potreste provare ad aprire due porte o finestre opposte per creare un flusso d’aria naturale. Anche i ventilatori possono essere di enorme aiuto.

3. MANTENERE LA MARIJUANA IN SPAZI CHIUSI
Un altro metodo efficace ed ampiamente collaudato per ridurre al minimo gli odori della marijuana è tenere cime o piante in spazi chiusi. Questo consente di contenere gli odori in piccoli ambienti, evitando che si diffondano per tutta casa.
Se avete intenzione di chiudere le vostre piante in uno spazio chiuso, come un armadio o un ripostiglio, coprite le piante con teli di plastica ogniqualvolta vi venga a trovare un amico o un parente poco aperto verso questo genere di hobby.

Per preservare tutte le proprietà, aromi e sapori bisogna conservare correttamente la marijuana, nonché proteggerla dalla muffa in condizioni di forte umidità. Ovviamente, un barattolo chiuso ermeticamente mantiene la freschezza della Cannabis e impedisce agli odori di fuoriuscire.
Lo stesso vale per i mozziconi di canne. Un posacenere aperto può diffondere odori molto sgradevoli in una stanza. Cercate quindi di usare barattoli o posaceneri chiusi, in modo da impedire agli odori di fumo di diffondersi per casa.

4. USARE FILTRI PER FUMO
Con la legalizzazione della Cannabis e la crescente accettazione nei confronti del suo uso, stanno emergendo nuove tecnologie ed attrezzature appositamente progettate per aiutare i consumatori a massimizzare la loro esperienza durante l’assunzione di questa sostanza.
Questo progresso tecnologico ha lanciato sul mercato innovativi filtri contro il fumo della Cannabis dalle funzionalità impressionanti, capaci di ridurre al minimo gli odori prodotti da bonghe, canne e chillum.

Sebbene esista una vasta gamma di modelli con forme, dimensioni e colori diversi, questi dispositivi funzionano essenzialmente tutti allo stesso modo. Dopo aver fatto una boccata di canna o bonga, il fumo viene espirato verso il filtro, contenente carboni attivi. In questo modo gli odori vengono filtrati ed automaticamente aromatizzati con particolari essenze.

5. COSTRUIRE UNO SPLOOF
Se non riuscite a mettere le mani su un filtro per il fumo, potete costruirne uno con alcuni strumenti di facile reperibilità. Un filtro per fumo fatto in casa viene chiamato “sploof”.
Avrete bisogno di un cilindro di cartone (come quello di un normale rotolo di carta igienica), un foglio acchiappa colore per il bucato ed una fascia elastica. Piegate il foglio acchiappa colore, posizionatelo sopra un’estremità del cilindro di cartone (il filtro dello sploof) e fissatelo con la fascia elastica.

A questo punto, fate una boccata di bonga o canna ed espirate il fumo dentro all’estremità aperta dello sploof. Il foglio acchiappa colore filtrerà il fumo, riducendo efficacemente gli odori più pungenti della marijuana.

6. DEODORANTI PER AMBIENTI
Molti consumatori di Cannabis usano deodoranti per ambienti come il Febreze o l’Ozium, piuttosto efficaci per coprire gli odori più sgradevoli. In questo modo potrete nascondere un’oziosa giornata a base di marijuana o un pigro coinquilino che ha trascorso ore sul divano guardando Discovery Channel o Beavis and Butthead e fumando una canna dietro l’altra.

Bisogna ammettere che i deodoranti per case funzionano bene. Spruzzate dopo aver fumato e seguite le istruzioni del produttore, e dovreste riuscire a coprire bene tutti gli odori.

7. INCENSO, CANDELE PROFUMATE O OLI ESSENZIALI
Se non avete la possibilità di acquistare deodoranti per ambienti di marche affidabili, evitate di comprare quelli più economici in vendita nei supermercati. Sono prodotti che nascondono gli odori della Cannabis solo in parte, creando una miscela di aromi poco gradevoli ma facilmente distinguibili.

Provate piuttosto qualche alternativa naturale. In commercio si trovano oli essenziali all’eucalipto, alla lavanda o agli agrumi molto efficaci per rinfrescare l’aria di una stanza e, nella maggior parte dei casi, sono sufficienti per coprire gli odori del fumo. Anche l’incenso naturale, come quello di legno di sandalo o palo santo, funziona piuttosto bene. Le candele profumate aiutano a coprire altrettanto bene gli odori più sgradevoli del fumo (a seconda della quantità accumulata in una stanza), ma non sono così efficaci come gli oli essenziali.
A prescindere da quale di questi tre sistemi adotterete, assicuratevi di areare la zona con almeno un’ora o due di anticipo. In questo modo eviterete che l’aria ristagni troppo a lungo e si diffonda nelle altre stanze. Una volta rinfrescato l’ambiente, chiedete finestre e porte, accendete incensi/oli ed incrociate le dita.

8. MANTENERSI PULITI E PROFUMATI
A volte non è la stanza o la casa a puzzare d’erba, ma siete voi! Se state cercando di nascondere il fatto che avete appena consumato Cannabis, cercate di pulirvi e profumarvi subito dopo averla assunto.
Fatevi una buona doccia, lavatevi i denti e cambiate i vestiti che stavate indossando (assicuratevi di lavare quelli puzzolenti il prima possibile per evitare che le vostre ceste di vestiti sporchi sprigionino sgradevoli odori di fumo).

Se non avete voglia di lavarvi e cambiarvi tutti i vestiti, cercate almeno di usare un collutorio o gomme da masticare, lavandovi le mani con abbondante sapone.

9. USARE UNA PIPA O UNA PIPETTA DA “UNA SOLA BOCCATA
”Le pipe sono un’ottima alternativa a bonghe e canne, dato che tendono a produrre molto meno fumo. Per cui, se state cercando di nascondere il vostro vizio, acquistate una pipa di qualità ed usatela nelle situazioni d’emergenza.
Le pipette da “una sola boccata” sono un’altra alternativa molto popolare. Normalmente, sono piccole, sottili e la capienza del loro braciere è sufficiente per una sola boccata di fumo. Potete trovarne di diverse forme e colori, ma le più vendute simulano le normali sigarette, per camuffare ulteriormente i gesti.

10. PRESSARE POCO LA MISTA NEI BRACIERI
Se siete soliti fumare bonghe o pipe, evitate di caricare troppo i bracieri. In questo modo riuscirete a ridurre al minimo gli odori del fumo. Gli odori che permangono all’interno di un braciere appena usato possono essere molto più sgradevoli dello stesso fumo espirato dal consumatore.
Ciò è dovuto al fatto che il fumo inalato da una bonga viene in parte filtrato e raffreddato dall’acqua, fino a raggiungere il bocchino e, quindi, i polmoni, per poi essere espirato con odori meno pungenti.
Caricando meno i bracieri (una quantità sufficiente per fare una buona boccata di fumo) avrete la possibilità di ridurre al minimo la quantità di fumo, rendendo i suoi odori meno forti.

(Visitata 7.364 volte, 1 oggi)

Condividi questo post